MG Marketing Giardinaggio

Notizie

Il 2020 del Gruppo Stihl

7 Giugno 2021

Nel 2020 il Gruppo STIHL ha incrementato le vendite e il fatturato in quasi tutti i mercati. La percentuale di crescita maggiore è stata registrata nel segmento dei prodotti batteria. La quota batteria sul totale delle vendite è attualmente del 17% e la tendenza è in crescita.

Anche nel segmento benzina è stato registrato un notevole aumento delle vendite, con un numero di unità addirittura maggiore del segmento batteria. Soprattutto in Nord America la domanda di prodotti a benzina ha evidenziato un andamento positivo.

Quando è scoppiata la pandemia da Coronavirus – ha reso noto Bertram Kandziora, presidente del CdA di STIHL, in occasione della conferenza stampa di presentazione del bilancio dell’azienda – abbiamo deciso, nonostante le previsioni pessimistiche, di proseguire con la produzione ad alto livello per poter rifornire i nostri clienti, rispettando comunque i più elevati standard di sicurezza contro il virus. Nei mesi di marzo e aprile 2020, quando anche tanti rivenditori hanno dovuto chiudere temporaneamente i loro punti vendita a causa del Coronavirus, abbiamo registrato un andamento fortemente negativo. Ma già a maggio la domanda di prodotti STIHL è tornata a crescere sensibilmente, tanto che le perdite iniziali sono state rapidamente più che compensate”.

I nuovi prodotti, in particolare, hanno contribuito a incrementare le vendite. Tra questi hanno registrato ampi consensi il potatore da giardino STIHL GTA 26, il tosasiepi allungato a batteria STIHL HLA 66 e la motosega a benzina STIHL MS 400 C-M, questi ultimi per uso professionale.

L’elevata richiesta di prodotti STIHL è arrivata non solo da clienti privati, ma anche da professionisti, ad esempio tecnici dell’orticoltura e del paesaggio, agricoltori e selvicoltori o addetti alla manutenzione stradale, che hanno continuato a lavorare durante la pandemia nonostante le restrizioni.

Anche l’effetto “cocooning”, ossia il rinchiudersi nel proprio “nido”, ha inciso positivamente. Nell’ultimo anno molti clienti hanno trascorso molto più tempo a casa, occupandosi del loro giardino. Inoltre, nella scorsa primavera le condizioni meteo sono state molto buone, cosa che ha fatto crescere la domanda di prodotti da giardino STIHL.

Tutela della salute e pianificazione della produzione e della logistica

L’anno scorso – ha sottolineato il presidente del CdA di STIHLi pilastri centrali della nostra strategia sono stati l’efficace tutela della salute, la salvaguardia proattiva della catena di approvvigionamento e il proseguimento della produzione ad alto livello. Essendo un’impresa familiare abbiamo una grande responsabilità nei confronti delle donne e degli uomini che collaborano con noi, dei rivenditori e dei clienti. Per questo abbiamo subito elaborato e implementato diverse misure in vari settori dell’azienda”.

In azienda è stata data massima priorità ad un sistema di igienizzazione efficace, sviluppato in stretta collaborazione con le autorità competenti, per salvaguardare la salute delle dipendenti e dei dipendenti. Contestualmente, l’azienda ha fornito anticipatamente agli stabilimenti di montaggio, direttamente o tramite i fornitori, tutte le scorte di pezzi disponibili negli stabilimenti.

Abbiamo potuto farlo – prosegue Bertram Kandziora –  grazie alla nostra rete di produzione interna e alla partnership con i nostri fornitori. In alcuni casi, tuttavia, abbiamo dovuto comunque adattare i piani di assemblaggio”.

L’azienda ha supportato i rivenditori STIHL anche prolungando le scadenze di pagamento. Attraverso una pianificazione complessiva e lungimirante della produzione e della logistica di distribuzione, STIHL è riuscita a tenere il passo con la catena di approvvigionamento e a soddisfare ampiamente l’elevata domanda da parte dei clienti. “Tuttavia, per i prodotti più richiesti, anche da noi si sono avuti ritardi nelle forniture”, ha aggiunto il presidente Kandziora.

Il 2020 è stato un anno positivo e impegnativo per il mercato tedesco

Nel 2020 STIHL ha registrato sul mercato tedesco un notevole incremento del fatturato e delle vendite ed è riuscita per la prima volta a superare la soglia dei 400 milioni di euro di fatturato.

Anche in Germania si è fatto sentire l’effetto “cocooning”. Le persone hanno dedicato più tempo e cura alla propria casa e al proprio giardino.

Tuttavia la domanda elevata e la contemporanea congestione della catena di approvvigionamento hanno causato alcune criticità e ritardi nelle consegne. Questa situazione si è protratta anche nel primo trimestre del 2021. Per questo a volte i clienti devono attendere per ricevere i prodotti ordinati.

Il centro di distribuzione STIHL di Dieburg ha proseguito l’attività anche durante la pandemia. Il centro lavora parzialmente da remoto, ma il personale del reparto di logistica e di altri reparti importanti è presente in loco.

Anche gli eventi riservati ai rivenditori, come ad esempio gli incontri e la formazione STIHL, si svolgono a distanza per mantenere il rapporto con i nostri rivenditori. Come previsto il nuovo magazzino prodotti finiti entrerà in funzione in primavera, perciò la logistica sarà ancora più efficiente.

ROTTA DI NAVIGAZIONE:

IL SITO STIHL

design: giudansky.com

Ricevi la nostra newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Ricevi la nostra newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo